I Sauri sono un sottordine degli Squamati (lat. Squamata). Le specie dell'Alto Adige hanno una lunghezza dai 12 ai 40 centimetri. Sono abitanti del terreno e prediligono territori soleggiati ed asciutti. Si nutrono principalmente di piccoli invertebrati, ma a volte anche di semi e frutta.

Al contrario dei serpenti le lucertole hanno quattro arti con cinque dita completamente sviluppati. Fanno eccezione gli orbettini, che vengono spesso scambiati erroneamente per serpenti. Inoltre la zona ventrale dei Serpenti presenta un'unica fila di squame mentre i Sauri ne hanno numerose.

Le palpebre dei Sauri sono generalmente mobili, e le loro pupille sono rotonde; in timpani sono chiaramente visibili ad una semplice osservazione esterna. In molti casi troviamo dei pori ghiandolari sulla parte inferiore delle cosce, dai quali i maschi, durante la stagione dell'accoppiamento, secernano una sostanza acquosa. Un'altra caratteristica particolare dei Sauri è la loro capacità di abbandonare la coda in situazioni di pericolo tramite una forte contrazione muscolare (autotomia). La coda poi ricresce col tempo. Spesso si nota un forte dimorfismo sessuale: i maschi presentano colori vivaci a differenza dalle femmine meno appariscenti. Quasi tutte le specie sono ovipare.